Il Comune di Bagheria rinuncia alla sperimentazione: controrisposta del M5S Bagheria al sindaco Lo Meo

controrisp lmGeneralmente non amiamo controreplicare ma in questo caso ci sembra doveroso farlo perché il Movimento Cinque Stelle Bagheria è stato accusato dal Sindaco Lo Meo di avere innescato una polemica strumentale.
Onestamente noi abbiamo tentato solo di fornire un’informazione sullo stato di avanzamento di due dei progetti di cui l’Amministrazione si era in passato fregiata considerandoli fiori all’occhiello di un processo di innovazione tecnologica che andava verso l’ecosostenibilità.
Ecco perché respingiamo al mittente queste accuse. Avremmo preferito non elencare ciò che i nostri attivisti, col supporto dello staff del gruppo parlamentare all’Ars, hanno fatto.
Avremmo voluto non dovere sottolineare come riteniamo che sia un nostro dovere civico informare e non disinformare i nostri concittadini perché non abbiamo bisogno di applausi ma vogliamo semplicemente rendere un servizio.
Purtroppo dopo l’attacco, quello si strumentale, ricevuto dal capo dell’Amministrazione abbiamo scelto di spiegare a lui e a tutti cosa significhi esercitare un dovere civico nei confronti della propria città.

Non è un Paese per insegnanti

marco_maggiore2Da grande vorrei fare l’insegnante.

Lo so. Un insegnante in Italia non guadagnerà mai quanto un ingegnere, un architetto, un medico. I miei stessi professori me lo dicevano: cambia prospettiva, ti ritroverai precario a quarant’anni, con uno stipendio da fame, sballottato in giro per il Paese senza certezze per il domani.

Lo so. Ma io voglio insegnare per educare le future generazioni, voglio poter vivere in mezzo ai ragazzi perché forse potrò sentirmi giovane anche io, voglio trasmettere qualcosa per lasciare un segno in chi la riceve.

Io lo so, il guaio è che il mio Paese non lo sa. Secondo il rapporto OCSE dell’Aprile 2013 l’Italia è l’ultimo tra gli stati dell’Unione Europea per investimenti nell’Istruzione Pubblica, a cui viene destinato l’1,1 del PIL interno. Una situazione che si protende da anni, i cui risultati devastanti sono sotto gli occhi tutti: altissimi tassi di disoccupazione tra gli insegnanti; strutture fatiscenti; tecnologie praticamente assenti; offerta formativa quasi inesistente.

A questa si aggiunge la notizia di un prelievo forzoso sugli stipendi degli insegnati che nel Gennaio 2013 hanno avuto lo scatto stipendiale, mentre chi ha avuto lo scatto a Settembre del 2013, oltre alla restituzione dei soldi, verrà retrocesso di categoria stipendiale. Un precedente pericoloso, che fino ad ora ha visto la sua realizzazione in Grecia e che rischia di dare un’ ulteriore mazzata alla Scuola italiana.

In arrivo a Bagheria notifiche TARES poco chiare. Il M5S Bagheria chiede chiarificazioni al Comune

1009100_432177053557221_762806264_o22In questi giorni abbiamo ricevuto delle segnalazioni da parte di alcuni cittadini di Bagheria, che lamentano l’arrivo di notifiche TARES poco chiare.

Sembra, infatti, che ad alcuni bagheresi siano pervenute delle lettere -firmate dal Responsabile del Servizio Tributi G.Zizzo e dalla dott.ssa V.Guttuso,  Responsabile del Servizio Finanziario-, che invitano i cittadini al pagamento, tramite modello F24, di una quota di Maggiorazione Statale relativa al tributo TARES.
Nella lettera si cita l’art. 14 del D.L. n. 201 del 6 dicembre 2011, convertito nella Legge n. 214 del 22 dicembre 2011 che istituisce la TARES.
Come noto, attualmente il Comune di Bagheria non applica il tributo TARES ed inoltre non è presente neppure un regolamento attuativo.

A tal proposito, il Movimento Cinque Stelle Bagheria chiede all’Amministrazione come sia possibile, in assenza del versamento di tale tributo in questo Comune, inviare una lettera alla cittadinanza nella quale si invita al pagamento di questa somma.IMG-20140102-WA0005

Ci preme, inoltre, sottolineare che la data fissata per il pagamento del tributo è il 31 dicembre 2013 e alcune di queste lettere sono state recapitate, o verranno recapitate, ai cittadini in data successiva a quella ultima fissata per il pagamento stesso.
Attendiamo che il responsabile del Servizio Finanziario ci indichi quali siano le norme di riferimento che impongano ai cittadini il pagamento di questa “quota di maggiorazione statale” relativa al tributo TARES visto che il pagamento relativo alla raccolta del servizio rifiuti nel Comune di Bagheria si effettua versando un tributo diverso: la TARSU.